Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:19 METEO:EMPOLI9°  QuiNews.net
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
martedì 07 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Patrick Zaki scarcerato, il video del pianto di gioia della madre e della sorella dopo la sentenza

Attualità sabato 23 ottobre 2021 ore 10:33

"Finalmente ripiantiamo gli alberi tagliati"

Il sindaco e l'assessore all'Ambiente hanno annunciato il piano del verde che riguarda 900 alberi e 900 piante da piantare entro la primavera



EMPOLI — A Novembre saranno ripiantati gli alberi abbattuti in viale 4 Novembre, una coincidenza di date per una notizia molto attesa dagli empolesi, sia tra coloro che si sono battuti contro i tagli sia per coloro che hanno approvato il ricambio ma attendevano le nuove piante.

La ditta che si è aggiudicata l’appalto per la messa a dimora di 1.800 fra alberi e arbusti lavorerà durante l'inverno nell’ambito della strategia regionale ‘Toscana Carbon Neutral’, che punta a raggiungere l’obiettivo della neutralità di emissioni climalteranti entro il 2050.

L'assessore all'Ambiente di Empoli ha annunciato "Ci tengo a dire che a Novembre reimpianteremo gli alberi tolti, perché malati, su Viale 4 Novembre e nelle altre zone interessate". 

Circa 900 alberi, per la maggior parte querce, frassini, platani, pruni, ciliegi, per altrettanti arbusti.

"Fin dall’inizio di questo mandato amministrativo abbiamo messo tra le priorità assolute quella di investire risorse importanti per aumentare il patrimonio arboreo della città e contribuire così alla strategia globale di abbattimento della co2. Per farlo- ha detto il sindaco Brenda Barnini - stiamo destinando risorse proprie del bilancio del Comune e partecipando ad ogni bando e opportunità che si offre per intercettare risorse da destinare a questo obiettivo. Lo voglio dire chiaramente ai cittadini: se vogliamo invertire la rotta del cambiamento climatico e garantire un futuro al nostro ambiente dobbiamo essere pronti a fare scelte di destinazione delle risorse pubbliche in questa direzione . In questo caso sono quasi 200mila euro i soldi dei cittadini empolesi destinati alla messa a dimora di nuovi alberi".

"Finalmente ci siamo - ha aggiunto l’assessore all’ambiente Massimo Marconcini - nelle prossime settimane la ditta inizierà il lavoro e ne daremo conto alla cittadinanza puntualmente. Si tratta di numeri davvero rilevanti, 900 alberi e 900 arbusti, cifre impressionanti. Ma io ci tengo a dire che sempre a novembre reimpianteremo gli alberi tolti, perché malati, su Viale 4 Novembre e nelle altre zone interessate, sempre seguendo le direttive dei tecnici esperti agronomi. Non ci fermiamo qui, perché oltre a questo enorme intervento l’amministrazione comunale sta portando avanti anche il progetto di riforestazione urbana, finanziata dal Ministero dell’Ambiente, per il quale siamo stati ammessi, a finanziamento, attraverso la Città Metropolitana di Firenze, per un contributo di 461.000 euro. Anche in questo caso pianteremo alberi nella Zona industriale del Terrafino. Per Empoli Carbon Neutral sono stati individuati sei settori di intervento: lungo la Ciclopista dell’Arno, nella zona industriale/artigianale di Pontorme, Serravalle, Santa Maria, zona industriale del Terrafino e ciclopista che va dalla stazione al polo scolastico".

Quello di ‘Empoli Carbon Neutral’ è un progetto da 250.000 euro, di cui 195.000 investiti direttamente dalle casse comunali, 55.000 dalla Regione. La progettazione è stata affidata ad esperti in materia ambientale, lo studio Nemo Srl di Firenze, che hanno lavorato in sinergia con l’ufficio tecnico comunale, per arrivare alla definizione del piano di intervento. La ditta che si occuperà della fornitura e della messa a dimora è la Building & Design 2008 srl di Villa di Briano.

Il progetto Toscana Carbon Neutral ha come obiettivo l'abbattimento delle emissioni climalteranti in ambito urbano del Comune di Empoli, e prevede l’impianto di circa 900 alberi in 6 macro aree della città: Ciclopista dell’Arno, zona industriale/artigianale di Pontorme, Serravalle, Santa Maria, Zona industriale del Terrafino, Ciclopista stazione-polo scolastico, per un totale di 53 aree di intervento.

Otto lungo la Ciclopista dell’Arno, sei nella zona industriale/artigianale di Pontorme, tredici a Serravalle, tre a Santa Maria, 19 nella zona industriale del Terrafino, quattro lungo la ciclopista che va dalla stazione al polo scolastico.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
E' morto Marino Pedani l'ultimo partigiano di Vinci, il saluto del sindaco Giuseppe Torchia. Pedani era presidente onorario dell'Anpi locale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità