QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 16°16° 
Domani 14°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
martedì 22 ottobre 2019

Attualità giovedì 05 settembre 2019 ore 16:55

La pensione dopo quasi quarant'anni in Comune

Annalisa Rasenti con la sindaca Brenda Barnini

Per Annalisa Rasenti è arrivato il momento di smettere di lavorare. E' dal 1978 che era in Comune, punto di riferimento per l’economato



EMPOLI — Un’altra storica componente del personale del Comune di Empoli è andata in pensione nei giorni scorsi: Annalisa Rasenti, per la quale il Comune di Empoli è stato una sorta di seconda casa.

Nel 1973, a 18 anni, si era trasferita con la famiglia da Sassari a Empoli. Poi si è sposata ed è andata ad abitare a Limite sull’Arno. Nel 1978 ha inizia la sua lunghissima esperienza in Via Giuseppe Del Papa con i primi 4 mesi come dattilografa, ma in modo provvisorio.

Nel 1979 ha vinto il concorso e ha avviato il suo lavoro all’ufficio copie: “All’epoca non c’erano le fotocopiatrici e i computer. Scrivevamo a macchina tutti i documenti, gli atti e le delibere" racconta Annalisa.

Quindi il passaggio all’ufficio personale e poi all’ufficio ambiente. Nel 1994 il trasferimento all’economato con varie funzioni. Fra queste si è occupata di un aspetto indispensabile per il funzionamento di tutta la ‘macchina comunale’, ovvero gestire i pagamenti delle utenze di tutti i palazzi, edifici comunali, fra questi le oltre 30 scuole di proprietà municipale.

È stata un vero e proprio punto di riferimento per l’ufficio economato, una memoria storica importante di cui si sentirà la mancanza. Annalisa ha lavorato nelle amministrazioni di ben sei sindaci: Mario Assirelli, Varis Rossi, Vittorio Bugli, Luciana Cappelli e Brenda Barnini.

Annalisa ha due figlie e in questa nuova vita da pensionata si occuperà a tempo pieno della famiglia, del marito, del suo orto e del giardino. La sindaca Brenda Barnini, la giunta e tutto il personale dell’amministrazione comunale le hanno tributato un caloroso saluto e un altrettanto caloroso ringraziamento.



Tag

Myrta Merlino a Matteo Salvini: «Le offro una camomilla...», «Solo se non è zuccherata, sennò la tassano»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Lavoro

Cronaca

Cronaca