QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
EMPOLI
Oggi 12°20° 
Domani 11°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
giovedì 17 ottobre 2019

Attualità martedì 10 settembre 2019 ore 15:11

"Il nostro bambino curato all'ospedale di Empoli"

La lettera di due genitori di un bimbo curato ad Empoli indirizzata al personale sanitario dove si esprimono i "Sentimenti di immensa gratitudine"



EMPOLI — "Siamo i genitori di un bambino che è stato curato presso l’Ospedale San Giuseppe dal 26 Marzo al 5 Maggio scorsi, e le scriviamo per condividere anche con lei il sentimento di immensa gratitudine che ci lega a tutto il personale sanitario da noi incontrato nelle lunghe settimane di malattia di nostro figlio".

Comincia così la lettera di due genitori inviata alla direzione sanitaria del presidio ospedaliero di Empoli.

"Nostro figlio proveniva dal Ps dell’Ospedale Meyer con diagnosi di cellulite orbitale, ed è stato trattato presso il reparto di Pediatria; nonostante il recupero clinicamente ottimo, in procinto di dimissione i sanitari hanno preferito sottoporlo a una RM, che ha evidenziato un empiema epidurale; subito trasferito presso la Neurochirurgia dell’Ospedale Meyer, il 3 Aprile è stato operato, brillantemente, e dopo ca. una settimana è tornato al San Giuseppe per la terapia antibiotica.
Il percorso di cura è proseguito con qualche incertezza (non sapevamo se gli effetti collaterali dovuti all’ assunzione prolungata di Vancomicina e Rocefin gli avrebbero permesso di portare a termine la terapia prevista dal protocollo), ma nonostante tutte le difficoltà noi genitori al San Giuseppe ci siamo sentiti sempre al sicuro.
Il nostro bambino non si è mai abbattuto, e ha vissuto le settimane di terapia con serenità grazie allo splendido personale del reparto di Pediatria: professionisti presenti, e allo stesso tempo persone speciali che hanno dedicato a lui continue attenzioni amorevoli e a noi genitori le parole giuste, sempre, anche quando il reparto era pieno di bambini e genitori che chiamavano e chiedevano e piangevano e si lamentavano.
Non riusciamo a descrivere la gratitudine che nutriamo nei confronti di tutta la squadra della Pediatria, ma anche nei confronti di otorini davvero attenti e intuitivi, anestesisti sempre disponibili a intervenire sul Picc, professionisti della Radiologia che per primi hanno individuato l’empiema, oculisti… Abbiamo provato a ringraziarli tutti, ed è per essere certi di non aver dimenticato nessuno che abbiamo pensato di scrivere anche a lei.
E’ un grande conforto per noi genitori sapere che se un bambino ha bisogno, al San Giuseppe troverà le giuste cure, dispensate con professionalità allegra e premurosa.
Un grazie ancora a tutti.
"



Tag

Migranti, naufragio a Lampedusa: i corpi ritrovati tra robot e lacrime

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità