Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:45 METEO:EMPOLI15°  QuiNews.net
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
giovedì 04 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Amadeus e gli ascolti del Festival: «C'è la concorrenza del calcio e poi il Paese è come se vivesse una guerra»

Cultura giovedì 13 ottobre 2016 ore 11:27

Il Museo Diffuso si presenta a Lubec

Una realtà culturale, espositiva e didattica in 22 musei su 11 comuni. Dalla Valdelsa al Valdarno, da Leonardo a Boccaccio, un'offerta museale unica



EMPOLI — Si chiama Museo Diffuso Empolese Valdelsa il nuovo Sistema Museale che gli 11 Comuni dell'Empolese Valdelsa presentano a Lubec 2016. Nato dalla fusione delle diverse realtà, professionalità e competenze di 22 diversi musei fino a ieri suddivisi tra Sistema Museale “Terre del Rinascimento” (Comuni di Capraia e Limite, Cerreto Guidi, Empoli, Fucecchio, Montelupo Fiorentino, Vinci) e Sistema Museale della Valdelsa Fiorentina (Comuni di Castelfiorentino, Certaldo, Gambassi Terme, Montaione, Montespertoli).

Il progetto nasce al termine di un lavoro biennale fatto con i PIC 2015 e 2016 (Piano Integrato della Cultura, finanziato da Regione Toscana) grazie ai quali gli 11 comuni si sono dotati di strumenti di comunicazione coordinata e adeguati a standard gestionali in linea con la normativa regionale. Il PIC 2015 ha permesso, ancor prima formalizzare il sistema, di dotarsi di una campagna di comunicazione e informazione coordinata web, video e cartacea. Il PIC 2016, in corso, prevede l'attribuzione di un incarico di Direttore scientifico che permetterà ai musei aderenti di essere in linea con la Legge regionale 21/2010 (qualifica di museo di rilevanza regionale); il superamento delle barriere culturali e linguistiche dei musei (contenuti di approfondimento, divulgazione, realtà aumentata, video LIS, lingue straniere, audioguide web, ecc...); la formazione per gli operatori museali finalizzata all'accoglienza per visitatori con disabilità intellettiva. Il sistema viene coordinato dal Comune di Montelupo Fiorentino, la delega politica è affidata a Giacomo Cucini, sindaco di Certaldo con delega alla cultura, turismo e pari opportunità per l‘Unione dei Comuni.

“Il Museo Diffuso Empolese Valdelsa riunisce in percorsi, proposte culturali e didattiche, musei qualificati e diversi, che raccontano il grande patrimonio passato e presente del nostro territorio – spiega Giacomo Cucini – dai grandi personaggi come Leonardo, Boccaccio e Benozzo Gozzoli e alle loro opere, al saper fare con il Museo del Vetro o il Museo della Ceramica o quello della Vite e del Vino, dall'archeologia con importanti reperti etruschi e romani, fino alla memoria locale e alla storia del Novecento, e altro ancora. L'Empolese Valdelsa, che ha riunito e coordinato la sua promozione turistica (www.toscananelcuore.it), mette ora in rete anche l'offerta museale, per far sì che il visitatore, sia esso turista, studente o cittadino, possa trovare un'offerta coordinata, diffusa e ben inserita nel contesto ambientale e paesaggistica, ma con una qualità degna di una città d'arte. Il prossimo grande obiettivo che ci poniamo, saranno le celebrazioni di Leonardo 2019, per le quali i Comuni faranno rete con Vinci per un calendario di iniziative coordinato”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità