Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:54 METEO:EMPOLI12°23°  QuiNews.net
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
sabato 08 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Il siparietto di Draghi e il pavone: «Ci accompagna da stamattina, sentiamo cosa dice»

Attualità martedì 05 gennaio 2021 ore 14:14

Un mega murale per ricordare Remo e Rina

Nella foto il presidente del Consiglio Comunale con delega alla cultura della memoria Alessio Mantellassi

La grande opera sarà realizzata dallo street artist Ligama sulla palazzina del terminal bus. Al centro dell'opera due protagonisti della Resistenza



EMPOLI — Un grande murale dedicato alla Resistenza e alla memoria di due personaggi empolesi, fondamentali della Liberazione: i partigiani Rina Chiarini, detta Clara, e Remo Scappini.

Nei giorni scorsi il bozzetto dell’opera ha avuto il via libera della giunta Barnini. L’opera sarà firmata dallo street artist Ligama e sarà realizzata su un muro della palazzina del terminal bus, in piazza della stazione.

L’artista individuato per questo primo murales ufficiale riconosciuto dall’amministrazione comunale è Ligama, classe ‘86 (Salvo Ligama), è nato a Caltagirone e ha studiato a Catania dove è iniziata la sua carriera artistica. L'artista ha effettuato interventi di grande scala come quelli al Palacongressi di Agrigento, all'interno dei Sette cortili di Farm Cultural Park, sull'intera superficie di un imponente ecomostro sequestrato alla mafia in provincia di Trapani.

A Rina Chiarini, detta Clara, e a Remo Scappini, l’amministrazione comunale ha già intitolato un monumento a Santa Maria, nella piazza di fronte al convento e alla scuola.

Marito e moglie, entrambi empolesi, furono tra i principali protagonisti della lotta di Liberazione: per il suo contributo alla Resistenza Rina Chiarini, detta Clara, fu insignita della medaglia d'argento al valor militare.

Anche Remo Scappini pagò a caro prezzo il suo antifascismo, ma 12 anni di carcere duro non lo piegarono. Fu a capo della rivolta del popolo genovese contro i nazifascisti, e come presidente del Comitato di Liberazione della Liguria ricevette nelle sue mani la resa delle truppe tedesche comandate dal generale Meinhof.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il cadavere di un uomo è stato rinvenuto nei pressi della stazione di Empoli in un edificio dismesso. Indagini in corso da parte della polizia
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità