Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:30 METEO:EMPOLI11°18°  QuiNews.net
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
lunedì 25 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Maltempo in Sicilia: auto travolte dal fango a Scordia, si cercano dispersi

Attualità sabato 18 settembre 2021 ore 08:58

La piscina riapre e fa la fila dopo il Covid

Dopo lo stop imposto dalla pandemia sono tanti i cittadini e le associazioni sportive in attesa di entrare in vasca ma i posti sono limitati



FUCECCHIO — La Piscina Intercomunale Fucecchio-Santa Croce ha riaperto e tanti cittadini sono tornati a frequentare l'impianto in questi primi giorni di apertura dopo un lungo stop imposto dalla pandemia da Covid-19.

L'attesa era tanta e già a partire dalle prime ore sono stati numerosi gli accessi da parte di cittadini e degli atleti delle associazioni sportive.

“Con la riapertura della piscina - hanno detto gli assessori allo sport di Fucecchio e Santa Croce sull'Arno, Fabio Gargani e Simone Coltelli - abbiamo concesso gli spazi a tutte le società sportive e ai cittadini che necessitano del nostro impianto, senza fare alcuna distinzione. Le limitazioni imposte dalle normative anti-Covid hanno ridotto gli spazi per tutti ma le amministrazioni comunali hanno dato la possibilità di svolgere le attività a tutte le associazioni allo stesso modo. Semmai quello che ci dispiace è stato leggere da parte di qualche società delle affermazioni che sembrano non tenere conto del particolare periodo che stiamo vivendo e delle limitazioni che anche nelle attività sportive sono in vigore. Soprattutto perché si tratta di affermazioni ingenerose nei confronti delle nostre amministrazioni che si sono sempre spese in favore dei diritti dei disabili, sia nello sport che nella scuola e nel sociale. Siamo pienamente convinti che tutte le società sportive, le associazioni e i cittadini abbiano il diritto di utilizzare la piscina intercomunale. Ci sono gli atleti disabili, che meritano tutta l'attenzione del caso, ci sono anche le persone che fanno riabilitazione a seguito di gravi malattie, le gestanti dei corsi pre-parto, i bambini dei corsi di avvicinamento al nuoto e tanti altri. Tutti hanno diritto a utilizzare le vasche e noi nell'assegnazione degli spazi abbiamo chiesto ad Aquatempra (la società che gestisce l'impianto, ndr) che tenesse conto di tutte queste esigenze allo stesso modo, senza distinzioni; nessuna distinzione neppure dal punto di vista territoriale visto anche società che provengono da altri comuni vengono accolte allo stesso modo delle associazioni di Fucecchio e Santa Croce. Il Covid ha imposto delle riduzioni sul numero di persone che possono stare all'interno dell'impianto contemporaneamente e questo ovviamente ha reso la distribuzione degli spazi più difficoltosa ma noi non abbiamo mai negato a nessuno la possibilità di svolgere la propria attività”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La donna, 79 anni, è deceduta in ospedale dove era arrivata ieri in codice rosso dopo la caduta da una spalletta mentre era in visita al borgo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS