Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:40 METEO:EMPOLI20°35°  QuiNews.net
Qui News empolese, Cronaca, Sport, Notizie Locali empolese
domenica 29 maggio 2022

PSICO-COSE — il Blog di Federica Giusti

Federica Giusti

Laureata in Psicologia nel 2009, si specializza in Psicoterapia Sistemico-Relazionale nel 2016 presso il CSAPR di Prato e dal 2011 lavora come libera professionista. Curiosa e interessata a ciò che le accade intorno, ha da sempre la passione della narrazione da una parte, e della lettura dall’altra. Si definisce amante del mare, delle passeggiate, degli animali… e, ovviamente, della psicologia!

​Movi-Mente

di Federica Giusti - venerdì 12 novembre 2021 ore 07:30

Non sono mai stata una tipa sportiva, tutt’altro. Ma negli ultimi anni ho iniziato a muovermi un po' di più.

La Toscana è magica quando si tratta di andare a fare delle lunghe passeggiate in campagna, magari nei boschi. Oppure girare infinite volte i borghi, salendo e scendendo dalle loro pendici.

Da un mese circa ho deciso di approfittare del fatto di avere un cugino proprietario di una palestra, e mi sono iscritta ad un corso di Pyloga. Posso affermare con buona certezza di essere la più scoordinata del gruppo. Pecco nella lateralizzazione per cui ho difficoltà a riconoscere la destra e la sinistra, e poi sono talmente così poco allenata che tutto, ogni singolo brano, mi sembra immensamente complicato. Eppure non ho saltato una lezione!

Masochismo? No! Benessere! Il mio andare in palestra non è e non vuole essere finalizzato alla competizione o alla ricerca di una forma fisica perfetta, ma “solo” allo stare meglio. E quelle tre ore la settimana allentano sicuramente le tensioni muscolari, aiutano il mantenimento di una postura corretta, fanno molto bene al mio corpo che sembra sempre meno quello di una settantenne, ma, soprattutto, fanno bene alla mia mente. Ho uno spazio nel quale concentrarmi su di me in un modo che raramente mi appartiene, affino la consapevolezza della percezione del mio corpo nello spazio e non ho modo di focalizzarmi troppo su problemi di lavoro, sulle litigate con le amiche o con il marito, o sui problemi familiari. Muovermi fa bene alla mia mente, proprio perché fa muovere la mia mente, i miei pensieri. È come se qualcuno girasse la ruota e i pensieri in quel momento si spostassero da una parte all’altra, senza andare in confusione, in maniera dolce e delicata, permettendomi di respirare ad un ritmo nuovo e diverso.

Vi ho parlato di me e di come mi fa sentire allenarmi con costanza proprio perché so quanto sono lontana dallo stereotipo della persona che fa attività fisica!

Nella letteratura psicologica si trovano numerosi studi che attestano l’importanza del movimento per la nostra salute mentale. In primis un costante, seppur lieve, allenamento fisico, nel lungo termine rappresenta un fattore di protezione verso il rischio di sviluppare una demenza, anche andando a diminuire la probabilità di avere un ictus o sviluppare una patologia cardiaca associata all’ipertensione. I miei colleghi del Centro Di.A.Ri de La Rosa lavorano assiduamente per la prevenzione delle patologie degenerative della mente e sottolineano costantemente l’importanza del movimento fisico. In più favorisce la produzione di endorfine e, quindi, va a diminuire un tipo di risposta depressiva, innescando un circolo virtuoso che porta diretti verso il buon umore e il benessere. La stanchezza fisica spesso aiuta a contrastare quella mentale e migliora anche la memoria a lungo termine. Inoltre fare attività fisica sembra essere un buon fattore di protezione anche dallo sviluppo di alcune dipendenze sia da sostanze che da cibo-spazzatura.

Insomma, correte per credere!

Federica Giusti

Articoli dal Blog “Psico-cose” di Federica Giusti